La desolazione

Altresì, di come questo blog stia lentamente morendo.

Ora, non è che mi sia stufata o che, tutt’altro, ma è un periodo un po’ morto. È ripresa la scuola da due dannatissime settimane e ho già lo stress a mille, non oso pensare a giugno come sarò ridotta; non fotografo da un po’ e ho un bisogno totale di riprendere. Oggi però sono successe un po’ di cose interessanti e allora tanto vale. :’D
Intanto, prima di tutto sono stata a una degustazione di gelati con le mie compagne di classe. Il tempo era inclemente stamattina, ma per le quattro era tutto ok, un po’ nuvolo ma niente di che, e di certo non mi sarei fatta fermare da delle misere goccioline d’acqua, tzé! Prima di dirigerci alla vecchia stazione di Sanremo – che è attualmente sostituita, ovviamente, dalla nuova – dove si sarebbe tenuta la degustazione sono salite per conoscere il mio gatto. Sì, da una settimana sono una persona “aggattata” (non so se suona peggio questo oppure l’inglesizzante “catted”. Che orrore). Ha più o meno due mesi di vita, quindi è proprio uno scricciolotto – stupido come tutti i cuccioli sono :3 -, è tutto nero e l’ho chiamato Thor (proprio come il dio del tuono). È adorabile *____* morde un casino (non parliamo delle unghie .-.), e infatti le mie braccia sono piene di segni. Ma fa parte del gioco, quindi va bene. All’inizio non sapeva salire le scale, ora non ha più problemi. Ma tornando alla gelatata. Io mi aspettavo qualcosa di grandioso, banchi e banchi di gelati, milioni di gusti… Niente. 5 miseri stand, con i gusti classici – a parte qualche eccezione – e la possibilità di fare una specie di carnet da 5 coppette (una per ogni bancone) alla modica cifra di 5€. Visto che le mie compagne di classe hanno degli stomacini minuscoli, ci siamo divise la spesa e ognuna s’è scelta stand/gusti. Io ho provato un gelato ai frutti di bosco che era la fine del mondo, ma anche la nocciola era strasbav! Dopo aver votato il gusto preferito – perché ognuna ha scelto gusti diversi e li abbiamo provati un po’ tutte – siamo uscite, e ci siamo dirette a guardare il mare sulla spiaggia (che poi sono tutti sassi). E ci siamo messe a parlare della gita, di cosa vorremmo fare dopo il liceo, e cose così. L’indecisione più completa, nella maggioranza dei casi (me quasi inclusa, nel senso che ho qualche idea ma niente di definitivo). Poi abbiamo accompagnato le due gemelle dai genitori, che dovevano andare, e siamo andate a farci un giro in centro. Ecco, forse, FORSE ho rimediato delle modelle :3 visto che ho avuto la brillante idea di tagliarmi i capelli e sui self puntavo quasi tutto su quelli, ho bisogno di qualcun altro da fotografare. Uno è il mio micione, ma non basta. E ora vediamo come si evolve la cosa :’D

(credevo di avere un papiro da scrivere ma il mio dono della sintesi me l’ha reso impossibile. Vabbè.)
Lascio una foto di Thor :3

*________*

Ps. Su Fotografi Italiani è spuntata fuori l’idea di una specie di concorso per la “Foto più brutta del secolo”, in cui si deve postare una foto che all’epoca piaceva tantissimo e che ora è reputata, appunto, brutta. È un’idea semplicemente geniale, si dovrebbe applicare in tutti i campi. Tipo “Versione peggiore del secolo”, o “Equazione riuscita peggio del secolo”… O “Tema con più errori del secolo”. Ma anche “Canzone peggio interpretata del secolo”, perché no? Insomma, ne verrebbero fuori delle belle e sarebbe pure una cosa un po’ anomala :D

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...