L’insonnia è una brutta bestia

Bruttissima, oserei dire. Ed era una vita che non mi capitava, anche se di certo non mi mancava. Certo, è innegabile il fascino di scrivere a notte fonda, con la musica nelle orecchie e un ventilatore puntato contro. Sono dal pc di mio padre e il modo più veloce per ascoltare musica, visto che il mio iPod sta lentamente morendo e non ho il caricabatterie, è stato scaricare Spotify.
Dunque. Vi ricordate l’epopea sui denti del giudizio? Ecco. Mercoledì mi hanno operta. Mio padre mi ha chiamata martedì dicendomi “Guarda che domani ti tolgono il dente del giudizio”. Cioè, ma prego, ditemelo alle sette meno dieci del giorno stesso per un appuntamento alle sette, già che ci siete. Onestamente non sapevo bene cosa aspettarmi, e il mattino seguente mi sono presentata allo Stomatologico mezza tranquilla e mezza nel panico, accompagnata dal Real Padre e da Fraffo (vi ricordate Fraffo, no? :3). Nemmeno un’ora dopo ero diretta alla volta della sala operatoria, dove un’infermiera ha sclerato dieci minuti buoni per trovarmi la vena per la (?) flebo. Ero digiuna da mezzanotte e avevo dormito cinque ore. Oltre alla presunta flebo, per cui ho chiuso gli occhi sentendomi chiedere se stessi bene (‘na favola, guarda.) mi hanno fatto una puntura di quello che presumo fosse tranquillante su una chiappa che ha fatto più male di tutti i prelievi del sangue messi insieme. Quando è arrivato il chirurgo io ero già partita per il mondo dei sogni, ricordo solo di essere stata bendata. Mi sono risvegliata che piangevo come una fontana e mi è stato detto poi che ho passato tutto il tempo a piangere. Sono stata poi tranquillizzata da parenti vari che è un effetto dell’anestesia e che quindi non sono io che sono una frignona. Almeno quello. Poi sono stata portata nella mia stanzetta dove ho tentato di dormire facendo la figura del ghiro con un’infermiera, che avendomi chiesto se fosse tutto a posto e stessi bene si è sentita rispondere “Sì tutto ok, posso tornare a dormire?”. Mi ha guardata un po’ stupita e ha risposto di sì. Intanto nell’oretta successiva all’intervento ero totalmente rincoglionita (cioè, più del solito). Credo di aver avuto l’esperienza dell’essere ubriachi in un modo completamente privo di danni per il mio fegato: sbiascicavo, parlavo a vanvera e non mi ricordo un cazzo di quello che ho detto. Poi mi sono ripresa e per le due di pomeriggio ero fuori dall’ospedale. Sono arrivata a casa e mi sono buttata a dormire e anche del dormiveglia ho ricordi confusi – più precisamente, non ne ho proprio. Ieri già stavo meglio, una mascella che sembravano due, ma era più fastidio che altro. Considerando la mia soglia del dolore che rasenta lo zero, mi aspettavo molto di peggio – tipo andare avanti ad antidolorifici pesanti invece di un moment al giorno.
Ma ieri è stato anche il giorno di un’altra odissea. Mi è stato chiesto di realizzare una copertina per la pagina facebook ufficiale di un gruppo, solo che essendo io lontana da casa mi trovo sprovvista di Photoshop – nonché di un computer mio. La cosa cominciava a farsi urgente, e così ho approfittato dell’assenza di mio padre per provare a scaricare una qualunque versione di Photoshop. Dopo averci sclerato per ore – ed essermi sentita dare anche della sfigata, sebbene presumo fosse detto con un minimo d’affetto – ce l’ho fatta e mi sono messa all’opera. Ero completamente fuori allenamento e non ero nemmeno sul mio computer (da una parte meglio perché il mio schermo ha la soglia dei neri piuttosto alta) e senza il mio Magic Mouse. Con i comandi da tastiera tutti sballati. Non so come, sono riuscita a fare un lavoro dignitoso visto che non ha fatto schifo. La giornata odierna invece è trascorsa nello scazzo più totale, con anche una punta di acceso pessimismo e depressione che poi è passata. Ho parlato tantissimo con mio padre di un casino di cose e la cosa mi ha fatto piacere.
Nota negativa, l’insonnia che mi ha colto. Non contavo di aggiornare il blog così presto, ma mi ha preso la necessità di scrivere – e poi sono egocentrica, volevo raccontare al mondo la mia esperienza con i denti del giudizio! –  anche se dovrei cimentarmi in qualcosa di più impegnativo di un post. Tipo un racconto, una cosa così. Solo che non mi sento all’altezza e continuo a procrastinare. Forse dovrei solo buttarmi, ma tutte le volte che mi parte l’ispirazione non ho voglia di accendere il computer né cercare dei fogli bianchi. Per questo mi servirebbe davvero un portatile, scrivere la notte stravaccati a letto è una delle cose più belle del mondo. Dà un senso di… come dire? Intimità? Boh, è strano da spiegare. È come essere completamente da soli, senza nessuno intorno, in una specie di bolla. Sono io che sono asociale? Vero.

Annunci

2 pensieri su “L’insonnia è una brutta bestia

  1. L’anestesia, che roba! Ricordo che io ero agitatissimo prima di entrare in sala operatoria (non per i denti del giudizio, ma per la roba del polmone) ma nemmeno mi sono accorto che mi stessero già addormentando. Mi sono sentito dire “Ti sentirai un po’ la testa girare” e l’ultimo ricordo che ho è mentre guardavo la classica lampada enorme e rotonda sopra il lettino. Poi vuoto. Il nulla assoluto. Nemmeno ricordo di essermi addormentato. Dopo l’operazione invece sentivo una voce lontana che mi chiamava, ed era il chirurgo che cercava di risvegliarmi. Ho aperto gli occhi per un paio di secondi ma poi mi sono riaddormentato. Il resto ricordi vaghi, molto confusi. Anche perché ho dormito per un bel po’ di ore dopo l’operazione. Però dai, mi viene quasi da ridere ogni volta che ci penso! E’ strano… è come essersi fumati una canna, quasi! Hahah

    Comunque, andato tutto bene? Stai meglio adesso?

  2. Sì mi ricordavo la cosa del polmone :)
    Credo che sia normale dormire tanto tanto tanto dopo… Tu pensa che appena sveglia dopo l’operazione mi sono sentita dire “Ora basta piangere però!” e nemmeno avevo realizzato che stessi singhiozzando pesantemente!

    Comunque sì, tutto bene, grazie :) è passato tutto in fretta, anche la convalescenza – chiamiamola così – è andata meglio di quanto pensassi… Sono come nuova, praticamente! :D devo solo togliere l’altro il 2 settembre e l’unica cosa che un po’ mi terrorizza è la puntura sulla chiappa XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...