52 Weeks Project, part III

Ed eccoci giunti anche al terzo appuntamento con la rubrica dedicata al progetto del 52 weeks. Ok detto così suona molto più figo di quanto non sia in verità. È stato un periodo un po’ così, ovvero, è finita la scuola, sono partita per la Lombardia, le idee ogni tanto mancavano… Ma basta, iniziamo.

21/52 - Stories (+2)

21. Storie
Questa l’ho scattata al parco di Monza, assieme ai miei due migliori amici. Il mantello mi è stato regalato per il compleanno (grazie ancora, btw, dovessi mai capitare qui… :3) ed è venuta fuori questa foto, un po’ fantasy-eggiante. Piccola nota, l’ho scattata con la macchina di Fraffo perché… Perché… Oddio. So che non avevo la mia Nikon, ma non mi ricordo per cosa ero salita. Dio, i vuoti di memoria. Ah sì, il 25 aprile. Forse. Sì come date ci stiamo più o meno… Ha senso. Ok. Ah-ehm, ero salita per il 25 aprile e ne abbiamo approfittato per vederci.

22/52 - The best thing of the week

22. La cosa migliore che ti sia capitata durante la settimana
Dire che è stata una settimana frenetica è dir poco. La cosa migliore è stata infatti riuscire a dormire almeno un giorno, di qui la foto. La faccia è quella di una che non dorme da un mese e tutto sommato ci sta anche. Non mi fa impazzire ma il tema è capitato a fagiolo, come si suol dire.

23/52 - Madness (+1)

23. Madness
L’unico tipo di follia che mi è venuto in mente è stato la follia omicida. Ci tengo a precisare che ho in mano un semplice tagliacarte che i miei hanno preso quando sono stati in vacanza in Spagna e che sembra solo un coltello, in verità è smussatissimo.

24/52 - Rest (+2)

24. Rest
Il tema poteva risultare simile a quanto fatto per “la cosa migliore della settimana”, ma il riposo massimo per me è stare straiata sul divano a leggere. È una delle cose che preferisco al mondo. Il risultato non mi dispiace troppo, me l’ero immaginata più o meno così, sono abbastanza soddisfatta, direi.

25/52 - Sweetness

25. Dolcezza
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH lasciamo proprio stare, per favore. Io e la dolcezza siamo su due mondi opposti, non so essere dolce, tutto in me urla “pH 1” e “Keep out”. Non ho neanche la più pallida idea di come si fa a essere dolci, tant’è che volevo anche saltare questa foto. Alla fine l’ho fatta, l’idea originale prevedeva me che mi ammazzavo di pasticcini. Poi me la sono auto-bocciata ed è saltato fuori ‘sto schifo. L’unica nota decente è il coniglietto viola. Salutate Ariën (il coniglio, NdR)!

26/52 - Romanticism (+5)

26. Romanticismo
Oh, passiamo alle cose interessanti. Su flickr trovate qualche scatto in più – solo Madre sa quanti scatti ho fatto per questo tema, avendo chiesto la sua collaborazione per premere il pulsante di scatto senza che io dovessi per forza fare avanti e indietro come una cretina, con metri di stoffa bianca che pesavano uno sfacelo. Sì, quello che vedete non è un vestito vero e proprio, sono due lenzuoli tenuti insieme da quattro spille da balia. Ah, ricordi di quand’ero piccola e mi facevo i vestiti lunghi con lenzuola e bandiere! *-*
Comunque, l’idea m’è venuta pensando al Romanticismo come epoca, e non come insieme di sdolcinatezze diabetiche (vi ricordate la storia del pH 1 di poco sopra? Ecco.), visto che nel Romanticismo sono stati ripresi molto i miti classici. Questa è una di quelle (poche) foto che davvero mi piacciono.

27/52 - Numbers

27. Numbers
Per questa avrei potuto fare una cosa noiosissima e banale ma ho preferito includere Madre e il gatto (Sua Real Gattitudine) e fare qualcosa un po’ fuori di testa – come me. Non c’è bisogno di molte spiegazioni, vero?

28/52 - Favourite childhood story

28. Fiaba/favola preferita da piccola
Premessa: la Bella Addormentata nel Bosco non è mai stata la mia storia preferita, quella era, è sempre stata e sempre sarà la Sirenetta, ma ero leggermente impossibilitata a realizzarla a Milano. Così mi sono dovuta arrangiare. Non mi fa impazzire, ma mi piacciono i boccoli dei miei capelli e come contrastano con il verde – poi il rosso e il verde sono colori complementari… :p

29/52 - Nostalgia

29. Nostalgia
Non nego di essermi letta il testo dell’omonima canzone degli Epica per ispirazione, e mi sono venute in mente delle cose fighissime… Peccato che fossero poco realizzabili. Così sono andata sullo scontato e sul banale. Con tutto che il risultato non mi dispiace, me la immaginavo più o meno così.

30/52 - Memories (+1)

30. Ricordi
Anche qui avevo altre idee in mente, ma ho preferito aggiungere i miei due migliori amici, mi sembrava l’idea migliore. :)

E questo è tutto, gente! Si chiude qui un altro post. Piccola preview: le prossime tre foto mi piacciono – cioè, sono quasi morta per scattarle visto che per questioni logistiche (ero da mio padre per la cosa dei denti del giudizio e rincoglionita come un piccione in coma e senza reflex) ho dovuto recuperarle tutte e tre insieme, faceva un caldo boia e ho rischiato seriamente di svenire… Ma è tutto ok, sto bene – o almeno, non mi dispiacciono troppo. Di una mi vergogno profondamente, anche se mi hanno fatto notare che non si vede nulla. Ma sono io che mi faccio un botto di menate assurde per delle stronzate, quindi lasciate stare. Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...