Same old, same old

E dunque eccoci qui, a tirare le somme di un altro anno. Un anno importante, almeno per me. Tra alti e bassi il 2014 è stato un anno tutto sommato positivo: sono stata in gita a Praga, ho visto il CERN, sono uscita dal liceo con un ottimo voto, la Germania ha vinto i mondiali di calcio, ho messo piede per la prima volta nelle Isole Britanniche e non vedo l’ora di tornarci, ho traslocato nella mia adorata Lombardia, ho stretto nuove amicizie, inevitabilmente altre le ho perse, ho iniziato l’università con una facoltà che non avrei mai immaginato un anno fa, ho dato i miei primi parziali, ho rivisto amici che non vedevo da tanto, ho rivisto gli Epica, ho montato degli albumi a neve con una forchetta, ho festeggiato un Capodanno finalmente bello e non con gente che vomita alle dieci di sera solo per poter bere di più o gente che vede i cinghiali o cose del genere… ho visto la mia migliore amica partire per sei mesi in Finlandia per l’Erasmus. Anche se questa tecnicamente sarebbe del 2015, quindi non esattamente un buon inizio. Per quest’anno mi sono prefissata alcuni propositi che spero di mantenere:

1) passare algebra e analisi I (ma mi accontento di analisi)
2) passare anche fisica I non sarebbe male
3) passare gli esami in generale
4) fotografare di più
5) leggere di più
6) magari anche scrivere non sarebbe una cattiva idea… o forse sì
7) andare da un nutrizionista e muovere un po’ il culo dalla sedia
8) muovere il culo dalla sedia anche senza nutrizionista
9) magari uscendo di casa non farebbe schifo
10) senza bisogno di qualcuno che mi trascini fuori a forza sarebbe l’ideale
11) risparmiare per un Wacken (non so di quale anno, ma io inizio a mettere da parte il malloppo)
12) limitare gli scleri depressivi
13) limitare gli scleri e basta
14) essere meno lunatica e più aperta e gentile
15) ma la gente fa schifo quindi essere paziente e lavorare a un modo per ottenere il dominio sul mondo
16) va be’ scherzavo, facciamo che imparo a gestire meglio la mia rabbia repressa
17) farsi venire un’idea più intelligente del cercare su google “come gestire la rabbia repressa”
18) imparare la differenza tra un elenco puntato e un flusso di coscienza in forma di elenco puntato
19) ma tanto è il mio blog e faccio quello che mi pare
20) … appunto.

Va bene, sì, volevo arrivare alla cifra tonda.

The game, *Mrs Hudson*, is on!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...