Considerazioni generali

Quasi un anno fa ho scritto un post con i miei propositi per il 2015. Ora, approfittando di una serata in cui affogo in patatine i sensi di colpa dovuti al fatto che non sto facendo esercizi di fisica e ho un parziale tra tipo cinque giorni, ho pensato che sarebbe carino – e costruttivo per la mia autostima attuale, che è messa parecchio male – vedere quali e quanti sono riuscita a mantenere.

1) passare algebra e analisi I (ma mi accontento di analisi)
FATTO! Passati entrambi con un voto letteralmente di merda, ma passati. Analisi è stato il primo che ho dato così me lo sono levata dalle scatole subito, Algebra me lo sono tirato dietro fino a settembre passando un mese e mezzo a studiare come un mulo e infatti mi girano un po’ le balle per il voto, ma l’ho passato e tant’è. Tiè.

2) passare anche fisica I non sarebbe male
FATTO! E pure bene. Considerando anche in proporzione quanto ho studiato, non posso lamentarmi (ben lungi da me).

3) passare gli esami in generale
FATTO! Sono in corso, pappappero!

4) fotografare di più
Ehm. Non ci siamo molto qui, ma sono andata a Londra di recente (fatemi dare ‘sti parziali e arriverà anche il post con le foto e tutto)… conta, no?

5) leggere di più
Circa. Cioè, sto leggendo e sto più o meno uscendo dal fantasy. Sto attualmente leggendo Stephen King. Se evitassi di dire che sto leggendo l’unico fantasy che abbia mai scritto sarebbe meglio, ma a leggere quello che scrive di solito non dormirei per un mese. E al momento mi serve il sonno.

6) magari anche scrivere non sarebbe una cattiva idea… o forse sì
Chiaramente mi viene l’ispirazione in pieni esami. E sì ho scritto qualcosina. Ma tanto nessuno leggerà mai nulla a parte la sottoscritta, sono una di quelle persone che scrivono per se stesse e già fanno fatica così, a pensare di pubblicare qualcosa – anche solo su un blog, una pagina, qualsiasi cosa – vado in paranoia totale e non scrivo più una lettera. Tanto per voi non cambia niente perché non leggereste nulla in nessun caso, ma per me cambia eccome.

7) andare da un nutrizionista e muovere un po’ il culo dalla sedia
NOPE. Non ci siamo proprio qui. Zero sbatta, fondamentalmente, e poi conto sull’ansia patologica pre-esame che mi fa perdere 3kg in un mese mangiando a schifo. Ogni tanto un po’ di culo.

8) muovere il culo dalla sedia anche senza nutrizionista
Still NOPE. Infatti tutte le volte che vado in giro – vedi alla voce “Londra” – devo imbottirmi di cerotti voltadol, voltaren, recuperare tipo 12 ore di sonno per ogni giorno che sono uscita di casa e avere i muscoli a pezzi per una settimana. Sono una tragedia, lo so. Ma è così comodo avere il culo pesante!

9) magari uscendo di casa non farebbe schifo
NOPETYNOPETYNOPE. Il mondo esterno è brutto. La grafica è fantastica, è il gameplay che fa schifo (cit.).

10) senza bisogno di qualcuno che mi trascini fuori a forza sarebbe l’ideale
Senza qualcuno che mi trascini fuori a forza non mi alzo dalla mia sedia, è diverso.

11) risparmiare per un Wacken (non so di quale anno, ma io inizio a mettere da parte il malloppo)
Sto risparmiando per andare a vedere i Muse a Monaco di Baviera (due piccioni con una fava, taaaaaac!), conta lo stesso?

12) limitare gli scleri depressivi
Fatto. Ora ci sono solo quelli incazzosi. È un miglioramento, no?

13) limitare gli scleri e basta
Dai, non sclero più con il mondo esterno. Mi limito solo a pianificare un modo per sterminare tutti quelli che mi fanno girare le balle.

14) essere meno lunatica e più aperta e gentile
Quando sono all’estero è facile, divento la persona più gentile e carina della Terra. Poi torno a “casa”.

15) ma la gente fa schifo quindi essere paziente e lavorare a un modo per ottenere il dominio sul mondo
Si diceva?

16) va be’ scherzavo, facciamo che imparo a gestire meglio la mia rabbia repressa
Ci sto ancora lavorando. La mia idea continua essere quella di iscrivermi a un corso di pugilato. O arti marziali. Ma meglio il pugilato, con le arti marziali dovrei controllarla ed essere zen. Io non sono zen.

17) farsi venire un’idea più intelligente del cercare su google “come gestire la rabbia repressa”
… o pensare a “Guarda che tu hai la rabbia repressa! Guarda che non ti fa bene!” (cit.) (cinquanta punti se cogliete la citazione)

18) imparare la differenza tra un elenco puntato e un flusso di coscienza in forma di elenco puntato
Still nope. Creerò un nuovo genere letterario: il flusso di coscienza ordinato, che sarà pari alla quantità di coscienza contenuta all’interno della superf— ciao Gauss.

19) ma tanto è il mio blog e faccio quello che mi pare
20) … appunto.

Annunci

4 pensieri su “Considerazioni generali

      • Allora ti faccio un grandissimo in bocca al lupo. Come sai, leggo e commento il tuo blog da molti mesi: in tutto questo tempo ho sviluppato un grande affetto nei tuoi confronti, e quindi puoi credermi quando ti dico che ti auguro tutto il meglio non solo per questo parziale, ma per l’intero 2016. E soprattutto, spero che anche in questo nuovo anno continueremo ad essere affiatati come lo siamo stati in questo 2015. A presto! :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...